LAVORI FATTI A MANO

Puoi scrivermi a

granadiriso (chiocciola) yahoo.it




31/08/11

Non sono stata invitata

Ormai è d'abitudine quando c'è qualcosa in casa nessuno si prende mai la briga di chiamarmi.
Perchè io ho sempre capito
Perchè io sono sempre disponibile
Perché io non me la prendo
Perché tutti pensano che per me nulla sia importante.
Non sono stata invitata a pranzi di famiglia e compleanni
Non sono stata avvisata di nulla per poi sentirmi dire "Ah non lo sapevi" beh colpa tua se non lo sapevi, io l'ho detto.
Non sono stata invitata all'ultimo pranzo di mia madre dove c'erano tutte ma non io , perchè sennò eravamo troppi (2 adulti ed un bambino che allattavo)
Non sono stata invitata alla festa di compleanno del babbo che lo passa con le figlie di Lei.
Non sono stata invitata a varie cene e pranzi di famiglia, troppo disturbo avvisare anche me
Ecco ora l'ho scritto, l'ho detto, l'ho raccontato e spero che questa cosa qua non mi roda più dentro fino a farmi male.
 Mi hanno detto che non ho amiche.
Che sono malata perchè vivo su internet (come se ci stessi 10 ore al giorno)
Che con  il fare la maglia cosa voglio dimostrare.. (che sono brava,no??)
mi hanno detto di tutto i di più non oggi, e nemmeno ieri, ma negli ultimi anni sì e questa cosa è diventata un tarlo un perchè-ma-cosa-gli-ho-fatto-io. Una domanda senza risposta o mille risposte e nessuna domanda.
Giudicare senza sapere, dire senza conoscere.
Ed io, come una scema, qua a chiedermi ancora: perché?

e poi PRRRRR che io vado alla Ficata

16 commenti:

gra ha detto...

anche se ti dò ragione, ti rode lo stesso. lo so. purtroppo è così, per noi, che siamo sempre messe da parte, che siamo trasparenti agli occhi altrui, che siamo lo zerbino di turno. e il turno è sempre il nostro.
ti abbraccio e ti capisco. e ti dico fregatene, anche se nn è facile.
^-^
ps. per noi del mondo blog sei una donna meravigliosa. questo già lo sai?? vero?!!

le Fate del feltro ha detto...

sfogati che ti fa bene, ma soprattutto non roderti dentro che alla lunga logora. se ti fa male sputa tutte queste parole in faccia a chi di dovere, se lo sono meritato.

un bacione

cinzia ha detto...

a volte è meglio non essere invitati piuttosto che dover avere a che fare con gente falsa.
è pesante anche andare per circostanza.

e provare ad invitare tu? ci hai già provato?

secondo me non siamo comunque soli

bricolo-chic ha detto...

ha ragione Gra: dietro i nostri pc ci sono persone in carne ed ossa e per noi sei grande! Per il resto immagino che faccia molto male, ma stai reagendo molto bene!

tati ha detto...

la sensaione di non meritare spiegazioni che tanto a noi deve sempre andare bene tutto, che se altri si comportano male dobbiamo capire, ma quando lo facciamo noi siamo additate come esseri che non meritano nulla, l'essere trasparenti e invisibili... tutte sensazioni che non sempre riesco a scrollarmi di dosso, per questo ti capisco eccome.

Anonimo ha detto...

capisco l'arrabbiatura e il rosicchio!
fregatene e sorridi!

un abbraccio virtuale
marilena

aracne ha detto...

Riconosco questo grido di dolore, ma mia cara, non ne vale la pena. Tieni lontano i pensieri negativi perché disturbano solo te. Ci sono passata anche io, tanto da chiedermi: ma sono della stessa famiglia? (Il primo compleanno di mia figlia, mio padre morente in ospedale, io dal commercialista a Modena e mia suocera che 'invita' per festeggiare...ed io l'ho saputo dopo e visto nelle foto!).
Lascia perdere, quel che vali lo sappiamo noi. Giusto sfogarsi, ma poi guarda avanti.
Non ti sentire esclusa, gli esclusi sono LORO.

Annalisa ha detto...

Vuol dire che non ti meritano l'indifferenza è la miglior cosa, sa. Sfogati pure che fa benissimo e.....w la ficata

marti ha detto...

fagli una grandissima pernacchiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!! e non tenerti mai tutto dentro...!!! a noi ci piaci così!!! e io vorrei tanto tanto incontrarti!!! :) un abbraccioneeeeeee!!!!!!!!! qui da noi come sai...l'invito è sempre valido! :D

bilibina ha detto...

Ciao cara, ti capisco e sento il dolore che traspare dalle tue parole..ma non sei obbligata a subire umiliazioni e trascuratezza da chi non ti merita!Frequenta le tue amicizie virtuali e non, lavora a maglia e fa tutto quello che ti piace per te stessa e non aspettarti gratificazioni da chi non te ne ha mai date, sei una bella persona e hai intelligenza e sensibilità da vendere, un abbraccio!

Seurasaari ha detto...

Con tutte le amiche che hai in rete, potresti davvero far vedere a chi non ti invita quanto sei apprezzata da persone care e premurose, ma non val la pena metterci tanto sforzo... Circondati delle persone positive che sanno quanto vali e non pensarci... La maglia? Uno dei più bei passatempi che possano esistere. Falla per te e per il tuo piccolo, ti darà tanta soddisfazione. Un abbraccio Lara

Knitaly ha detto...

Io ho certi parenti stretti, ma così stretti, che fanno male più di un paio di scarpe strettissime.
Conclusione? Non le metto più queste scarpe!
Un abbraccio!

Gabriela ha detto...

Parenti serpenti! Ma a parte gli scherzi, penso che i parenti non li possiamo scegliere, ce li troviamo così come sono e anche se è doloroso doverlo ammettere volte sono persone che non ci piaciono, o non ci somigliano, o che non avremmo mai scelto come amici.
E gli amici, invece, ce li scegliamo! Vivaddio!!
E quindi cerca di non prendertela troppo, un pochino è inevitabile, ci mancherebbe, e poi vai avanti per la tua strada, buttati tutto alle spalle e stai con chi veramente ti ama e ti apprezza.
Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

non ti hanno invitata?
sai che ti dico?
Non sanno che si perdono!
un abbraccio di quelli forti!
anna

Anonimo ha detto...

Cara Mirella, avrei tanto voluto conoscerti al Camp im maggio, non ho un blog ma sono una tua e vostra fan. Per certe cose mi riconosco anch'io nelle tue parole, ma quando prendo in mano i ferri o l'uncinetto tutto scompare e io mi trovo magicamente nel mio mondo parallelo, un po' come Narnia, e nulla più mi fa male.
Spero un giorno di conoscerti.
Un abbraccio.
Renata- Trento

Il folletto paciugo ha detto...

Ciao sono Roberta
ogni tanto passo dal tuo blog dall'ufficio e leggo ciò che scrivi. Ho un blog pure io ma non sono mai ritornata alla sera da casa non chiedermi il perchè...non lo so ma sei fra quelli che ho memorizzato sul mio pc in ufficio.
Ti scrivo ora perchè in quello che scrivi mi ci risento moltissimo.
I fardelli familiari sono i più difficili da togliersi dalle spalle ma anche i più importanti.


La rabbia ci sarà sempre nonostante il tempo nonostante aver metabiolizzato la cosa perchè sono ferite del cuore ma si va oltre.
La vita è tua e nessuno si deve arrogare il diritto di dirti come viverla quindi guarda, rimuggina un attimo e passa oltre.
Scusa la mia intrusione...tornerò prima o poi a trovarti e si il tuo blog mi piace molto.

A presto. Roberta

Ritorno a casa

Ritorno a casa
Ribollita - Paella 1 a 0