LAVORI FATTI A MANO

Puoi scrivermi a

granadiriso (chiocciola) yahoo.it




10/12/11

Una pessima annata

Giorni fa scrivevo un post  "solo mio", dove scrivo quello che non posso raccontare e che poi, ovviamente NON  pubblico, in questo post riflettevo su questo "anno imperfetto" che sta finendo, E' un anno che non si ricorda, lo definivo un anno che non "si invecchia" dove sono successe poche cose, che non si tirano fuori i giorni per ricordarli dopo anni, dove non ci sogna sopra. 
Ecco giovedì mattina era un anno imperfetto, ma cimunque salvabile
Oggi, la definizione esatta è "un anno di merda che speriamo finisca presto"
Il malleolo di Stefano è andato. Farà bene a stare buono, fermo e zitto. Perchè lui si è fatto male ma chi deve correre sono io.
Non è poverino Stefano ma poverina la Mirella che si ritrova a fare 100 cose in più
Vorrei un gira tempo, la macchina del ritorno a futuro, vorrei tornare a ieri e a un anno fa. 
Vorrei non sapere sempre dove andare
Vorrei che non aspettassero sempre me per definire le cose
Vorrei dire tante cose, ma ho imparato che stare zitta è meglio
Però un urlo (accio) me lo concedo
AAAAARGHHHHHHHH!!!!!!!!
Non ho la vocazione della crocerossina e nemmeno mi piace giocare all'infermiera. Sono fatta così.  Ho fatto mettere il motorino in garage, ho già trovato, preso e portato le grucce allo zoppo. 
Voglio solo dormie, e se mi riesce sognare.



6 commenti:

aracne ha detto...

Nemmeno io ho la vocazione della crocerossina, i malati in casa mi infastidiscono e mi spazientiscono.
Auguri, cara, il futuro immediato è oscuro, ma non perdere il tuo buon umore ed il tuo ottimismo.

Seurasaari ha detto...

Mi piacerebbe aiutarti con un po' di ottimismo, ma è difficile trovarlo fuori di te, lo devi cercare in te, perchè sono sicura che se cerchi bene.... Se non lo trovi mettiti a knittare e un po' ti tirerà su...

Daniela ha detto...

condivido il tuo sfogo, cara Emme, eccome se lo condivido.... anch'io sono stufa di essere forte perché devo essere forte e perché non esserlo non porta da nessuna parte.... sai come vado avanti? non pensandoci e prendendo il fatto di essere forte come un dato di fatto, come un qualcosa che fa parte di me, non come un fatto straordinario.. così come molti pensano di noi forti... semplicemente non pensandoci e facendo quello che va fatto, perché così va fatto...
un'ultima cosa... non abbandonare il tuo spazio-urlo, ogni tanto, se puoi esternalo.... però ti dirò: me ne creerò uno anche io, mi sembra un'ottima idea!! :)

Tibisay ha detto...

Dire che "aspetta che poi passa" è riduttivo in momenti come questo... urla pure, che ti fa bene e ti calma i nervi. Ma forte, eh.

annapaola ha detto...

ci sono anni cosi.. a volte sembrano essere peggio del peggio.
e poi il PEGGIO arriva e si capisce tante cose,
un abbraccio e ... resisti.

Elisa 2011 ha detto...

Urla forte, serve a scaricare la tensione, a volte vorrei urlare per giornate intere..... Vedrai che passerà anche questa.

Ritorno a casa

Ritorno a casa
Ribollita - Paella 1 a 0