LAVORI FATTI A MANO

Puoi scrivermi a

granadiriso (chiocciola) yahoo.it




09/11/09

Anni '80

Raccolgo l'invito di Ornella (Tartaruga Folle) per scrivere un post su come eravamo negli anni '80.
Eccomi qua 1980 gita allo zoo di   Pistoia (io sono quella fuori dalla gabbia).  Occhialino alla John Lennon. Ricciolo naturale.



1981 le mie due grandi passioni: leggere e scrivere (se vi interessa so che libro stavo leggendo) e sopratutto so che cosa stavo scrivendo: il mio primo diario, quelli in carta cinese con la copertina in seta e la costolina in finto cuoio. Le pagine leggerissime e decorate.  Mi dispiace pensare che è andato distrutto dalla muffa in cantina: ne aveva di cose da raccontare.... ma forse è meglio così che non ci sia più .... Quanto a leggere sì: comodamente sdraiata in mezzo di strada. Polacchine jeans stretti... ma io questa moda qui la rivedo in giro.

La Bida, è il nome della gatta siamo sempre nei primi mesi del 1981. Da notare l'effetto speciale bolle di sapone. Ci sono sempre nella mia vita. Scoppiano, poi soffi ed eccole di nuovo.
al mare 1982
a fare le bolle. Perchè ovviamente uno va al mare con gli amici ( e che amici) e fa le bolle di sapone sul bagnasciuga...
1983  fu l'anno del cambiamento. In realtà  cambiai l'ultimo dell'anno da freakettona qual'ero, andavo a scuola con vestiti indiani, zoccoli, calzini di lana (che faceva la nonna) e poncho peruviano, tinsi tutto il possibile di nero, l'indiano lo regalai e mi trasformai. Quando tornai a scuola, dopo e vacanze i professori non mi riconobbero.

Periodo nero, nero i vestiti, nero l'uomo che mi stava accanto, nero il trucco.
Viso mortalmente pallido, gli amici del babbo mi chiamavano Morticia. Secca come una acciuga. Nera da portar sfiga. Pettinata come solo io riesco a pettinarmi (elegantemente spettinata). però con il rossetto rosso stavo bene: da riproporre. Il vestito era una mia creazione una rendingote nera con gonna a pieghe sotto. Faceva tanto maestrina.
L'anno della Maturità 1984. Una delle poche foto che ho con i capelli corti.

1987 di nuovo un cambiamento. L'anno dei viaggi. Dei capelli  strani, che mi costò una fortuna farmeli in quella maniera, perchè ero triste e la mia collega mi fissò l'appuntamento da uno dei migliori parrucchieri di Firenze per dare un taglio ai riccioli del passato. Ora mi accorgo che assomigliavo (e neanche tanto vagamente) a Lorella Cuccarini versione mora. Da notare che viaggiavo sempre con la lacca in borsa.

E così  sono passati anche gli anni '80.
Quando andavo al Cinema Universale ed in vespa con gli amici. Sarà che è un sacco di tempo ma io ci ho proprio nostalgia dei  miei anni '80: delle cose che facevo, dei posti dove andavo, delle persone che c'erano e se ne sono andate, erano gli anni dell'Amica del cuore. Sono stati gli anni dell'amore, della maturità, del diventare maggiorenne, dei primi viaggi. E tutti i giorni era una cosa nuova. Erano gli anni di Chernobyl e del muro di berlino. Negli uffici giravano i primi fax e ci sembrava chissàchecosa. Quando andavo in Jugoslavia, per dire che ero arrivata, mandavo un telegramma  a casa. Erano gli anni che quando mi chiamavano portavo il telefono in bagno e parlavo con la schiena appoggiata alla vasca e le sorelle che bussavano perchè volevano o il bagno o il telefono. Erano gli anni che gli amori finivano e non c'era il Dr Stranamore. Erano gli anni che se volevi parlare di nascosto prendevi un gettone e andavi in cabina. Che i ragazzi facevano il militare, ma le donne no.
E ancora 1000 giorni dei miei anni '80 perchè io non dimentico mai.

E se qualcuno si lamenta di queste foto bene  vi dico che dopo di queste ne ho pochissime. Non gli è mai piaciuto farmi le fotografie. Ho qualche diapositiva che non riesco a scannare. Ho foto poi di quando sono arrivati i bimbi. Mie pochissime. Evidentemente sono un brutto soggetto.

6 commenti:

silvana ha detto...

in questo post c'è tutta la tua storia, bhe tutta no, ma una bella porzione!
sei bellissima!
un abbraccio, silvana

p.s.= com è bello leggerti!!!

Rose di Organza ha detto...

ma sei bellissima accidenti!

Cristina ha detto...

com'è strano che poche immagini possano far leggere tanto.. che bello il tuo racconto di quei tuoi anni, che bella tu :)

tarta ha detto...

che dire??? storia bellissima e foto bellissime
hai fatto bene a metterne tante
le ho pubblicate quasi tutte
anche perchè ... più ce ne sono più probabilità di vincere c'è

complimenti ^_^

Amelia ha detto...

che bello!!! anche io ho preso la maturità nell'84 e sono passata dal colore tutto rosa e viola al nero totale
vado a foglirmi un po' di foto vintage

apaolal ha detto...

waw...proprio la tua storia eh...
purtroppo girando meno nei blog, mi sono persa questo giro ma.. nei prox gg provvedo!!
certo che sei propria carina eh...
ciao
ciao
annapaola

Ritorno a casa

Ritorno a casa
Ribollita - Paella 1 a 0