LAVORI FATTI A MANO

Puoi scrivermi a

granadiriso (chiocciola) yahoo.it




07/09/10

Per un giorno solo

Vorrei non pensare che sono indispensabile a risolvere tutte le questioni.
Vorrei avere qualcuno che dica "ci ho pensato io!" o anche un "già fatto!" andrebbe bene, senza essere sollecitato. Vorrei sapere che troverò ed avrò ciò che desidero senza dover chiedere o supplicare.
Vorrei che le cose fossero sistemate, i panni lavati, stesi e stirati. I figli a fare i compiti felici e già che ci sono anche una pentola di sugo che bolle su fuoco, però che non schizzi.
Vorrei essere ascoltata, consolata, confortata  (e anche due coccole,  già che ci siamo!) o solo, forse, semplicemente, banalmente capita.
Vorrei il genio della lampada magica per esprimere 3 desideri. Che sono cose banali, quotidiane, una porta che non chiude, una maniglia rotta, un rubinetto che perde. 
Vorrei un armadio mio che quando sposto i cappotti mi porti direttamente a Narnia.
Vorrei un giardino dove coltivare erbe aromatiche. 
Vorrei questo. Non sentirmi così sola.

6 commenti:

reby ha detto...

Ciao, mi chiamo Reby,è la prima volta che ti scrivo,ma ti seguo spesso.
Leggendo queste tue parole ho avuto un tuffo al cuore xchè anch'io mi sento così...
Sono impegnata 24 su 24 con 2 pargoli, uno ancora piccolo, e nessuno dopo la loro nascita ha accennato ad un minimo aiuto, se non sotto mie pressanti imposizioni (e a volte non sono bastate neanche quelle...).
Mi sento sopraffatta dagli impegni e delusa dalle persone che ho accanto (non mio marito). Ho solo 32 anni e le mie prospettive future non sono x niente rosee..

Scusa x lo sfogo sullo sfogo, forse avresti desiderato un incoraggiamento, ma quello che hai scritto rispecchia al 100% la mia situazione.
Un abbraccio Forte!!!

emme ha detto...

reby avevo proprio bisogno di ciò che hai scritto,
ti abbraccio forte.
m.

gragra ha detto...

posso aggiungermi?
posso unirmi al gruppo ?? quello che hai scritto tu, emma, avrei potuto scriverlo anch'io, il rubinetto che perde(il mio in bagno, il tuo?) e la porta che scricchiola (sempre in bagno) .
ma possibile che è così difficile capire le donne?? è così difficile leggerci in faccia la ns delusione o disperzione , oppure, si fà apposta ad ignorarci... sia da parte di uomini e donne.

mi scuso come reby, ma ti capisco, anzi, vi capisco e vorrei esservi vicine fisicamente per, almeno noi, poterci aiutare nel concreto.
un abbraccio.

Amelia ha detto...

un bacio

loredana ha detto...

la cosa non consola ma sappi che non sei la sola....non volendo ho fatto pure la rima , che vuoi farci,i figli sono eterni bambinoni, e i mariti qui il discorso cambia sono eterni poppanti. ti abbraccio e ricorda mal comune mezzo gaudio

Gabriela ha detto...

Ciao, gironzolando sul web ho scoperto il tuo sito e letto questo tuo post:
Coraggio! Capitano a tutte noi questi momenti, poi però passa. Tornano momenti più leggeri, ci si sente meno sole, a volte si riacquista anche un po' di spensieratezza e di allegria. Basta solo non scoraggiarsi.
E poi basta anche potersi sfogare, intanto la vita va avanti, le forze tornano, gli entusiasmi anche!
Ultima cosa! Bello il tuo blog, mi sono aggiunta tra i tuoi followers!
Mi sono decisa anch'io da pochi giorni e ci sto provando...

Ritorno a casa

Ritorno a casa
Ribollita - Paella 1 a 0