LAVORI FATTI A MANO

Puoi scrivermi a

granadiriso (chiocciola) yahoo.it




30/11/11

Imperfetto

io ero
tu eri
egli era
noi eravamo
voi eravate
essi erano



Così tanto per un ripasso. Per chi, come me, non è tanto ferrato in grammatica....
ma è anche un aggettivo (scusate il tanto sfoggio di cultura!):  che ha qualche difetto....
Perchè ci sono cose che nascono sempre bene alla prima persone che si incontrano e saranno loro per il resto della loro vita: felici e contenti.
Figli che appena nati dormono, mangiano e sorridono... e se fanno la pupù non si nota nemmeno.
Ci sono maionesi che non impazziscono mai e soufflè che sembrano grattacieli di Manhattan
Ci sono persone che non fanno cose ma capolavori
C'è chi ha la casa che sembra sempre da fotografare, ( e chi come me vive in un accampamento!)
chi ha la messa in piega perfetta,
chi "non fa sport" ma ha la pancia piatta, (e chi corre e sembra sempre incinta ;-))
chi trova un lavoro perfetto, ben pagato con colleghi adorabili e che lascia pure tempo libero
c'è chi gli va di culo: sempre.
.....
e c'è chi si arrabatta oggni giorno, chi combatte con la polvere, con i figli adolescenti, con le coliche d'aria, con le notti insonni, con colleghi stronzi, con capetti imbecilli, con suocere indisponenti, con mariti indifferenti, con le bollette ed il mutuo da pagare, chi riesce bruciare anche l'acqua per la pasta, chi esce sconvolto dal parrucchiere...
insomma c'è chi è normale e sbaglia e le cose non gli vengono perfette
in poche parole ci siamo noi, deliziosamente imperfette, meravigliosamente sbagliate ma incredibilmente libere.
Perchè solo
chi osa
chi tenta
chi non si abbatte e continua
chi impazzisce dozzine di uova (e poi trova buona la maionese in tubetto)
chi brucia torte da una vita e spudoratamente dichiara: "a me i dolci non piacciono!"
chi si ferma per non impazzire e respira profondo
chi mette un punto e ricomincia da capo pensando che sarà la volta buona
chi sviluppa le idee
chi ci prova
è libero
anche di sbagliare, se vuole.
o di fare bene, se ci riesce.

e ne frattempo disfo questo progetto folle nato in un momento di delirio uno scialle con un motivo a foglie che si rincorre, come foglie portate dal vento...
ecco deve essere venuta una burrasca che ha incasinato tutto, o forse mi sono solo confusa nel delirio di segnamaglie che lo costellavano... fatto sta che ad un certo punto si è sdoppiato nel centro .... e ....  ed è ....
nato imperfetto




perchè non a  tutti gli scialli viene bene la punta
.....
a voi dunque oggi una buona giornata piena di scelte folli, pensieri travolgenti, e sbagli.
io vado rimpizzarmi di dolci con le mie amiche del cuore


5 commenti:

mammamagica ha detto...

Ma quante verità! Hai dato vita con le tue parole a quello che molte di noi pensano, ma che spesso non osano dire.
Kiss mammamagica

aracne ha detto...

Ma come mi sei mancata, il web è un posto vuoto senza i tuoi post.
Imperfetta mi sento anche io, e libera anche, perché posso solo migliorare...

ariarossa ha detto...

ma quanto scrivi bene! Ti adoro!

Angela ha detto...

Simpaticissima! Hai reso benissimo que4lle che noi tutte pensiamo. Hai mai preso in considerazione di scrivere unn racconto?

Titti ha detto...

Anch'io ho la sindrome ( da te descritta meravigliosamente)dell'imperfezione...ma comincio a credere che vediamo la perfezione negli altri solo là dove siamo imperfetti noi. E viceversa. Tu, che ti ritieni imperfetta, sei perfetta per me, per quello che scrivi, per la costanza che hai nel farlo, per come sferruzzi ...io non ci riesco! :)Buonagiornata

Ritorno a casa

Ritorno a casa
Ribollita - Paella 1 a 0